Finalmente nasce "More in Italy"

Giovedì, 02 Maggio 2013 14:37
Scritto da 
Vota questo articolo
(7 Voti)
Finalmente nasce "More in Italy"

MII ovvero More In Italy, ma può essere anche Miglioriamo Insieme l’Italia, è anche un modo per dire: “non facciamo come al solito solo i tuoi interessi, e nemmeno i suoi… questa volta facciamo i MII interessi!!!”.

Ma che cos’è More in Italy? E’ una rete di aziende, di professionisti, di persone, un vero e proprio movimento che ha l’obiettivo di Migliorare l’Italia e farla veramente ripartire....

 

A volte pensiamo che sia sufficiente una domenica per andare al voto e tutto è sistemato…. Magari! Ma sappiamo che non è proprio così… il voto possiamo darlo tutti i giorni alle aziende Italiane, a chi produce in Italia, a chi da lavoro agli Italiani e produce in Italia. Se continuiamo a fare la spesa da Ikea o da Castorama (tanto per non fare nomi), non possiamo poi lamentarci se i nostri figli dovranno cercare fortuna all’estero, perché è li che stiamo mandando i nostri soldi. Così facendo non facciamo altro che impoverire l’Italia sottraendo ricchezza agli artigiani e ai commercianti che hanno fatto grande il nostro paese, facendo così alimenteremo solo una spirale negativa…è ora di cambiare!!!

Come facciamo a far ripartire l’Italia? Il principio è molto semplice… Se l’Italia è andata in crisi (anche) a causa o per causa del settore edile… se riparte la “casa” riparte l’Italia?
In teoria si!!! E quindi siamo passati dalla teoria alla pratica, riunendo alcune tra le più belle aziende del settore ( Gessi, Mapei, Ariston, Garofoli, Palazzetti, Valcucine, Vimar, e tante altre… www.moreinitaly.it ), per andare a comunicare agli italiani una cosa molto importante: “Oggi ristrutturare casa è il miglior investimento che tu possa fare!!!”
Questa comunicazione la faremo attraverso decine e decine di eventi in tutta Italia…
“Esci dall’ufficio, incontra le persone, toccale, ascoltale!!!”

Allora ripartiamo da casa nostra!!! Una affermazione positiva in un momento in cui l’economia nazionale vive momenti di grave difficoltà e le famiglie votate al risparmio riducono pesantemente i consumi. Un messaggio rivolto alle famiglie , professionisti, imprese, tecnici, artigiani, a favore di un bene nazionale LA TUA  CASA ! La casa è sempre stato l’investimento primario degli Italiani, popolo saggio. Infatti l’80% dei cittadini del bel paese è proprietario della casa in cui abita. Per molti è l’oggetto più caro ricevuto in regalo dai propri genitori  e sarà il patrimonio più grande che lasceremo ai propri figli.

Oggi possiamo contare su delle leggi che ci consentono di ottenere fino al dal 50% al 65% ( www.moreinitaly.it/mii_and_you.html  ) di risparmio fiscale, nel caso in cui si migliori la casa dal punto di vista, del design, degli interni, dell’ arredamento, delle strutture, del risparmio energetico ecc. Come conseguenza avremo una riduzione anche dei consumi di energia che contribuiranno a rendere il nostro investimento il migliore che ci sia attualmente sul mercato, e tutto questo senza considerare la rivalutazione economica della casa.

Facciamo due conti… Se facessimo un’ intervento da 100.000 euro di ristrutturazione per la nostra casa (rate da 10.000 euro annui), avremmo annualmente fino a 6500 euro di contributo statale, e magari 2/3/4500 euro di risparmio energetico… quindi costo zero!!!  Sarebbe una follia non farlo!!! 

Dovremmo solo trovare una banca disposta a prestarci i soldi…. Riusciremo a trovarla?

Lo scopriremo nella prossima puntata…

Letto 1777 volte Ultima modifica il Mercoledì, 30 Ottobre 2013 18:16
Devi effettuare il login per inviare commenti

Newsletter

Rimani informato su i Kontatto Business Cafè!
Scegli la tua città e ricevi i nostri inviti!

L'iscrizione alla lista implica il consenso al trattamento dei dati personali secondo le vigenti norme di legge.

Seguici su Facebook

©Kontatto Italia 2012, All Right Reserved - Web Agency Brainleaf Communication